Itinerari lungo la costa ovest, da Agrigento verso Gela

Scoprite tutto quello che il nostro territorio può offrirvi durante il vostro soggiorno al Dioscuri Bay Palace Hotel!
San Leone - AgrigentoSan Leone - Agrigento
San Leone - Le Dune Km. 5

San Leone è meta di soggiorno e svago balneare, animatissima nelle serate estive e nei fine settimana per locali che costeggiano il lungomare e le spiagge. La zona è spesso battuta dai venti e per questo vero paradiso per kite e windsurf. Suggestiva e gradevole anche nei mesi invernali, durante i quali, grazie ad un clima che si mantiene sempre mite, si può godere di un’aria salubre in completo relax.

Punta Bianca - Agrigento
Punta Bianca Km. 10

Un bellissimo e selvaggio sperone roccioso che si protende a mare, contornato da piccole calette con spiagge di sabbia dorata, separate da piccoli promontori ed affacciate su un bellissimo mare cristallino. Il vento e le piogge nel tempo hanno dipinto sulle pareti rocciose strane e insolite forme che al tramonto cambiano colore, lasciando di stucco ogni osservatore..

Palma di MontechiatoPalma di Montechiato
Palma di Montechiaro KM. 25

Fondata dai duchi Carlo e Giulio Tomasi, antenati di quel Giuseppe Tomasi di Lampedusa che sarebbe divenuto uno dei massimi scrittori del Novecento, la città conserva un ricco patrimonio monumentale in cui si riconoscono luoghi e ambienti che hanno ispirato alcune pagine del romanzo 'Il Gattopardo', cui e' stato dedicato un Parco Letterario. La citta' fu organizzata seguendo un piano urbanistico di forte valenza mistico-religiosa: da qui le numerosissime chiese barocche, il monastero, il convento, che conservano al loro interno pregevoli dipinti, statue e reliquie di santi. Qui ancora sopravvivono i ruderi imponenti del Castello Chiaramontano, edificato su un costone roccioso a picco sul mare. Le spiagge di Marina di Palma occupano un posto di rilevo per la finezza delle sabbie e il colore cristallino del mare. Pregevole infine la tradizione dolciaria con i 'pasticcini mandorlati del Gattopardo' che si possono tuttora comprare dalle suore del Monastero di Palma di Montechiaro.

Licata
Licata Km. 50

Archeologia, architettura, arte, mare, paesaggio si fondono a Licata per farne una sorta di grande museo en plain air. Da Castel Sant’Angelo che sormonta la città si gode una meravigliosa vista panoramica del centro storico. Ottimi anche i prodotti ittici, sempre freschi.



Itinerari lungo la costa est, da Agrigento verso Trapani

Porto Empedocle
Porto Empedocle Km. 7

Per secoli Porto Empedocle è stata tra i migliori e più attivi porti della Sicilia. Dominata dall’antica e imponente Torre Carlo V, la cittadina conserva la sua vocazione di porto peschereccio e commerciale e gode di un lungo litorale di ampie e belle spiagge dalla sabbia dorata.

Scala dei Turchi - Realmonte
Realmonte Km. 8

Il piccolo paese di Realmonte è noto e unico al mondo grazie alla Scala dei Turchi: una scogliera bianca sulla quale il vento e la pioggia hanno scavato una gradinata naturale. Lo spettacolo di colori è qui unico: il bianco degli scogli reso più forte dalla luce del sole si introduce tra l'azzurro del cielo e il blu del mare, un vero paradiso. Altri siti pregevoli sono la Villa Romana, del I sec. d.C., ricca di splendidi mosaici, colonne e terme private e la Chiesa della Miniera di Sale, decorata con straordinarie sculture create col prezioso minerale e con un’acustica che supera i più sofisticati auditorium e teatri d’opera.

Siculiana
Siculiana Km. 10

Dominata da un antico castello di origine araba, Siculiana conserva alcuni monumenti significativi e rari reperti archeologici. Ma il suo vero fiore all’occhiello è la spiaggia di Giallonardo: un litorale molto lungo di sabbia dorata, delimitato da una suggestiva falesia formata di banchi di gesso, i cui cristalli danno vita a pittoreschi giochi di luce.

Torre Salsa
Torre Salsa Km. 30

La Riserva Naturale Orientata di Torre Salsa è un’oasi di natura incontaminata, dove le falesie di gesso si alternano alle marne calcaree, con una vegetazione rigogliosa, una fauna ormai rara e un mare cristallino e limpido. La Torre Salsa, antico luogo di avvistamento, domina la sommità di un piccolo promontorio d’argilla, circondato da terreni agricoli, sentieri di campagna e da un’area attrezzata per picnic. Uno degli ultimi gioielli della costa, dove ancora si possono ammirare orchidee selvagge, rari ginepri, tartarughe palustri e marine, Torre Salsa merita un’attenzione particolare e offre la possibilità di trascorrere ore indimenticabili in una splendida cornice naturale.

Eraclea Minoa
Eraclea Minoa
Eraclea Minoa Km. 40

I resti della città greca di Eraclea Minoa occupano un luogo magnifico sul bordo di una collina solitaria sul mare. La leggenda narra che il re cretese Minosse avesse inseguito Dedalo fin qui per punirlo dell’aiuto dato ad Arianna e Teseo ad orientarsi nel labirinto, e che fosse stato ucciso proprio in questi luoghi dal re sicano Caos, presso cui Dedalo si era rifugiato. Ai piedi dell’antica città si estende la bella e lunghissima spiaggia di Capo Bianco, coronata da una bella pineta e da bianche pareti di roccia. Incantevole è la Riserva Naturale Orientata “Foce del Fiume Platani”, primo approdo per molti uccelli migratori provenienti dall’Africa e rifugio di una flora rigogliosa e variegata, uno dei tratti costieri più suggestivi e interessanti della Sicilia. Eraclea Minoa

SciaccaSciaccaSciacca
Sciacca Km. 60

Sciacca
Il clima gradevole, lo splendido mare, i bei monumenti e giardini fanno di Sciacca una delle cittadine più vivaci e piacevoli della provincia. Sciacca deve la sua fama soprattutto alle terme, note fin dall’antichità e all'artigianato. Sciacca deve la sua fama soprattutto alle terme, note fin dall’antichità. Si narra che fu Dedalo in fuga da Creta a scoprire le “grotte vaporose” del monte Kronio, che insieme alle acque che sgorgano nella “Valle dei Bagni” offrono innumerevoli effetti terapeutici per la cura di varie patologie e per trattamenti estetici e dimagranti. Vero fiore all’occhiello di Sciacca è l’artigianato: le botteghe dei ceramisti da secoli animano le vie della città con ceramiche tradizionali dai colori accesi e dalle forme più svariate insieme ai maestri artigiani del tipico corallo della zona (Corallium Rubrum), che, unico e ormai raro, impreziosce oggetti di alta manifattura. Molto noto è infine il Carnevale di Sciacca che ogni anno coinvolge artisti, coreografi, poeti, musicisti e tutte le maestranze: in ogni strada ed angolo si respira aria di festa in un continuo brulicare di maschere, in un variegato spettacolo di colori, in un incessante sovrapporsi di musiche e in un travolgente vortice di balli. Il carnevale di Sciacca è una festa contagiosa e basta poco per sentirsi integrati.

Porto palo di Menfi
Porto Palo di Menfi Km. 40

Antico borgo marinaro, Porto Palo di Menfi è oggi una delle località balneari più rinomate della Sicilia. La bandiera blu assegnata dalla Fee (Foundation for Environmental Education in Europe) al mare di Menfi è simbolo dell'ottimo stato di salute delle acque marine della costa, ma anche della qualità ambientale complessiva della zona. Fin dall’epoca greca la storia di Menfi è strettamente legata al vino che costituisce oggi l’elemento trainante dell’economia. Alcuni vini hanno ricevuto riconoscimenti a livello internazionale e numerose sono le cantine che aprono le porte ai visitatori per degustare i migliori vini locali e prodotti tipici di qualità.

Selinunte
Selinunte Km. 100

Nota come uno dei siti archeologici più belli e rappresentativi della civiltà classica (VII-IV sec. a. C.), Selinunte è il parco archeologico più grande d’Europa con un’estensione di 270 ettari. Di straordinario questa antica città greca: ha innanzi tutto la posizione: camminando attraverso le rovine dei templi, tra colonne imponenti svettanti lungo sentieri in una zona semi-desertica, ci si trova con la spianata del mare a un passo, vicino alle spiagge più belle e incontaminate dell’intera Sicilia.